Progetti realizzati

Oltre al resort turistico di Andermatt, l’altro grande impulso alla crescita per “l’economia del St. Gotthard” è lo Skiarena Andermatt-Gemsstock-Oberalp-Sedrun (SAGOS). Esiste un’area sciistica vendibile a livello internazionale che, sullo sfondo dell’ancora più ampia offerta di soggiorno e ristorazione della regione, sarà in grado di attrarre un maggior numero di ospiti a livello di turismo sia pendolare che residenziale.
A Reckingen, Gluringen, Münster e Geschinen verranno attuati quattro progetti parziali, sviluppati e realizzati indipendentemente gli uni dagli altri, che formeranno parchi decentralizzati sui temi energia, istruzione e ambiente; insieme, formeranno il parco tematico ftuturumgoms.
Il Cammino di Santiago che attraversa la Svizzera, indicato con «Via Jacobi 4», parte dal Lago di Costanza, passa per l’Altopiano e la regione delle Prealpi e giunge fino a Ginevra. Inoltre sono state realizzate vie di collegamento dal nord, dall’est e dal sud della Svizzera. Il presente progetto, che prevede un collegamento dall’abbazia di Disentis all’abbazia di San Maurizio, colma la lacuna presente sul territorio del Vallese, di fede cattolica e connotato da una lunga tradizione di pellegrinaggio con molte testimonianze.
Le piste di fondo Goms sono popolari da decenni. Per farle diventare piste di fondo top ne complesso delle alpi svizzere saranno necessari, in futuro, investimenti infrastrutturali (ponti, percorsi, accessi, passaggi ecc.) e investimenti per la sicurezza sulla neve.
Il Sentiero delle quattro sorgenti è un percorso escursionistico ben segnalato e indicato per le famiglie; è lungo circa 85 chilometri e conduce alle sorgenti di quattro fiumi: Reno, Reuss, Ticino e Rodano. Il sentiero può essere percorso in singole tappe giornaliere o nel corso di un’escursione di cinque giorni con possibilità di pernottamento. Tutti i punti di partenza e di arrivo delle escursioni sono raggiungibili con i mezzi pubblici.
A giugno 2016 sarà inaugurata ufficialmente la galleria di base del Gottardo dell’Alptransit. Per tale occasione, il primo fine settimana di giugno sono attesi a Erstfeld e a Biasca circa 100 000 visitatori desiderosi di assistere di persona all’inaugurazione e attraversare una prima volta la galleria. Nella regione del Gottardo, inoltre, sono attesi molti giornalisti svizzeri e internazionali.
Con l’esposizione «Acqua per l’Europa» all’interno del Padiglione svizzero dell’Expo Milano 2015 e nel quadro del Programma San Gottardo 2020, i quattro cantoni del Gottardo – Grigioni, Uri, Ticino e Vallese – si sono presentati come ambasciatori dell’utilizzo sostenibile delle risorse idriche.
In un'ex opera di artiglieria in cima al passo del San Gottardo sorge l'affascinante spazio tematico Sasso San Gottardo. Esso sorge in cima al passo del San Gottardo, letteralmente nel San Gottardo, il luogo divenuto simbolo della nostra società, del suo sviluppo e dei suoi mutamenti, che sono inarrestabili e con i quali dobbiamo imparare a confrontarci.
Il programma di impulso agli hotel St. Gotthard si pone lo scopo di effettuare una valutazione degli obiettivi, della capacità di commercializzazione e della competitività della ricettività turistica per mezzo di un’analisi possibilmente a tutto campo sulla situazione globale. Il programma intende inoltre evidenziare le eventuali lacune nell’offerta ricettiva.
L’area del St. Gotthard conta ben cinque golf club (a partire dal 2014 sei). Dal 2012 i golf club si impegnano a collaborare nei settori sviluppo di prodotti, tornei, commercializzazione e gestione dei costi.